Una notte in caga editrice #7

maggio 5, 2011 § Lascia un commento

le puntate precedenti: prima, seconda, terza, quarta, quinta, sesta

lasciandosi alle spalle muri zeppi di pessima narrativa, una mattina polonio esce di galera.
dal carcere va direttamente all’appuntamento con l’ufficio commerciale di una caga editrice, alla quale ha spedito i suoi canoscritti dalla prigione.
l’editeuro di turno magnifica la sua prodigiosa e capillare distribuzione, i portenti del mufficio stampa e balle del genere, ma polonio nemmeno lo ascolta. fa sì con la testa meccanicamente, aspettando solo che gli dicano la cifra che dovrà pagare in coda a tanti indoramenti di pillola, per capire quante rapine gli costerà stavolta il suo romanzo.

apposta la firma all’incomprensibile contratto che accenna nebulosamente a franchigie, copie fallate e diritti d’autore che mai vedrà, polonio scruta in giro alla ricerca di uno sguardo che possa farlo ben sperare.
incontra invece gli occhi pietosi dei redattori, che lo guardano come un bovino destinato al macello.

proprio in quel momento un giovanotto barbuto si alza e va verso di lui tendendogli una mano che polonio stringe senza nemmeno udire l’editeuro che, dietro di lui, gli sta presentando ettore cravero.
l’editor del suo destino?

l’illusione dura un attimo. cravero gli rivolge ossequiosi complimenti, magnificando l’originalità della trama del suo libro, encomiando gli innumerevoli e dotti riferimenti letterari, parlando della possibilità che il romanzo incontri il favore della critica.

povero polonio, i nervi gli cedono di schianto. strappa di mano all’editeuro la copia del contratto appena firmato e lo straccia piangendo. quindi estrae la rivoltella e pretende che gli vengano indicati i faldoni contenenti tutti i contratti editoriali dell’anno in corso. quindi chiede alla redazione di distruggerli uno per uno, davanti a lui.

alla fine se ne va contento e si ferma davanti alla vetrina di una libreria.
“ti ho salvato da una nuova invasione, povera cara” le sussurra mellifluo. “ma presto sarò nuovamente parte della tua rovina, almeno finché la maledizione non sarà scacciata. perdonami.”

povero polonio… sull’autobus che lo riporta a casa, si ritrova subito a prendere appunti per un nuovo, orripilante romanzo.

(…eh sì, continua…)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Una notte in caga editrice #7 su editor in maniototo.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: