La vendetta dell’editor mannaro #4 (Il pedinamento)

ottobre 18, 2011 § 1 Commento

Rieccovi alle prese con questa storia, con il nostro editor frustrato cui succedono strane cose.
cosa nascondono le sue amnesie?
perché qualcuno dovrebbe fare irruzione in una libreria a emendare la cattiva letteratura dai suoi vizi?
ma soprattutto: può una penna rossa costituire la chiave di un mistero degno di questo nome?
se non sapete di che parlo, andate a vedere i primi tre episodi: uno, due, tre

———————

la giornata in redazione si dipanò nella più assoluta routine.
dovette arginare telefonicamente le pretese di un pagautore che “auspicava” che il suo libro affollasse presto tutte le librerie del paese (l’Italia intera, non il suo borgo d’origine, impresa che già si sarebbe rivelata ardua).

accolse poi uno spaurito esordiente (lo spaurimento durò 5 minuti, per lasciare poi il posto a una velata arroganza), ancora universitario, che coi soldi di paparino si pagava, oltre alla cocaina e ai numerosi tatuaggi, anche la pubblicazione di una raccolta di racconti “bukovsko-chatwiniani” (diceva lui), zeppi ovviamente di sbronze, sesso e viaggi.
dietro l’apparente remissività del ragazzo si nascondevano pretese altrettanto megalomani di quello che aveva telefonato e prima di andarsene volle lasciare anche la foto che chiedeva di inserire sul risvolto di copertina vicino alla sua biografia, che recitava così:

Michael Benetazzo studia per diventare antropologo o antropofago, non ricorda bene. Nel frattempo ha deciso di occuparsi “sul serio” di capire gli uomini, ma soprattutto le donne… viaggiando in tutto il mondo e trovando in India il suo habitat naturale. Le droghe lo interessano metaforicamente, ma la digos non sa apprezzare la sfumatura. Crede in un mondo migliore e nel potere euforizzante di un buon libro. Proprio per questo motivo ha deciso di fare anche lo scrittore. “Che cazzo, porcoddue, ma questa è farina!” è il suo esordio nella letteratura.

la foto invece era più o meno così: lui seduto sul davanzale di un finestrone, la patta dei jeans aperta a mostrare sulle mutande il marchio di un noto stilista, occhiali da sole calati sul naso (una lente marchiata di rossetto) e un maglietta griffata sporca di caffè. tra le dita una sigaretta rotta e lo sguardo rapito a guardare verso l’interno della stanza dove faceva capolino un piede femminile con un paio di slip dorati e filiformi che penzolavano da una filiforme caviglia.

alla sua domanda se fosse una foto adatta, la redazione volle rispondere in coro: è perfetta, i librai non sapranno resistere!

il giovane talento si trattenne fin quasi all’orario di chiusura della redazione, cianciando banalità che nessuno ascoltava più.
promise di portare la settimana successiva il testo definitivo del suo libro, facendone una copia su cd-rom dal suo prezioso portatile, “scrigno” che conteneva tutte le sue “fatiche letterarie”.
nel salutarlo, il nostro editor gli strinse la mano sorridente, auspicando un nuovo incontro quanto prima per lavorare “finalmente” sul testo.
appena fu uscito, però, si infilò rapidissimo il suo giubbino e scese le scale tre alla volta.
contrariamente alle sue educate abitudini, non salutò nessun collega.

lo scrittorino tatuato si diresse alla fermata della metropolitana.
l’editor lo seguì sottoterra due persone dietro di lui, nella bolgia non fu difficile passare inosservato.
il pagautore riemerse in un quartiere molto chic, e quando sgusciò dentro un portone parlando al cellulare, lo seguì.
aspettò di capire quale fosse il suo appartamento, dopodiché attese pazientemente nel cortile interno, fino a quando il futuro antropofago non risgusciò fuori, sempre parlando al cellulare, per dileguarsi oltrepassando il portone.

nella fretta, l’editor non aveva portato con sé nulla, tranne la penna rossa che non aveva mai smesso di serrare nel pugno.

(…continua, mica possiamo mollare la storia così…)

Tag:

§ Una risposta a La vendetta dell’editor mannaro #4 (Il pedinamento)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La vendetta dell’editor mannaro #4 (Il pedinamento) su editor in maniototo.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: