Lo scrittore seriale coi sassolini nella scarpa

ottobre 26, 2011 § Lascia un commento

Nella deleteria casistica degli scrittori seriali (da grande slam, da grande schermo, di bestseller internazionali, di viaggio), occorre adesso puntare l’attenzione su una categoria poco considerata ma non per questo meno temibile:

lo scrittore seriale coi sassolini nella scarpa.

solitamente non si tratta di un pagautore esordiente.
la tua caga editrice ha già avuto modo di testarne le velleità, pubblicandogli almeno un paio di canoscritti che lui ha usato come regalia per gli amici.
non s’è nemmeno troppo impuntato accorgendosi che nelle librerie era un libro fantasma, e si è accontentato del titolo onorario di scrittore da esibire nella sua cerchia di conoscenze.

e fino a lì niente di anomalo, un pagautore come tanti che diventa seriale quasi senza farsi accorgere.
l’ultimo ricordo che avete di lui in redazione è quello di uno scrittore della domenica senza pretese, un po’ chiacchierone ma sopportabile.

poi succede qualcosa.
una tara latente nella sua genetica pagautoriale prende il sopravvento.
perché quando lo rivedete, un giorno, non è più lo stesso.

che cosa è accaduto?
possiamo solo fare delle ipotesi.

gli amici che hanno ricevuto in dono i suoi libri non li hanno letti?
sono spariti senza commentare?
peggio: hanno commentato senza sufficiente entusiasmo?
o addirittura sono stati beccati da qualche gola profonda a sbertucciarli, magari leggendone stralci a voce alta, soffocata dalle risa, in qualche serata in compagnia di amici fuori dalla cerchia del pagautore?

comunque sia, un bel giorno il tuo affezionato scritteuro fa il suo ingresso, senza appuntamento, in caga editrice e con l’aria di chi la sa lunga, di chi stavolta la sta per fare grossa, con la scafatezza di un birichino di genio, ti racconta l’inedito che sta scrivendo e che di lì a poco ti porterà.

vedrete che fuochi d’artificio in questo libro, è tutta roba vera.
a chi se lo merita stavolta butto tutto in faccia.
i sassolini nella scarpa me li levo tutti e vedrete che botti.
e chi deve capire capirà.

quindi ti guarda soddisfatto, come se a te importasse qualcosa dei suoi conti in sospeso.
spesso queste allusioni sono indirizzate a ex partner che hanno tradito, ovviamente.
coi quali crede di saldare il conto sputtanandoli pubblicamente nientemeno che con un libro.

come se il libro avesse una diffusione.
invece no, perché nessun libraio sarà tanto scemo da metterlo sugli scaffali.

sapete cosa succederà invece?
non succederà niente, perché nemmeno questo libro lo leggerà nessuno, e chi lo leggerà non ci capirà un’acca.
perché alla fine la voglia di strafare e conferire comunque al testo un’apparenza letteraria lo renderà involuto, le allusioni indecifrabili, i piani temporali indistinguibili.

i parenti ne hanno già le palle piene dei suoi romanzi, e se hanno sfogliato qualche pagina del primo animati da una tiepidissima curiosità, adesso ficcano i successivi nella loro libreria, di malavoglia e perché costretti, e non si scomodano nemmeno a leggere il titolo in copertina.

forse qualcuno declamerà le prime righe in compagnia per farsi qualche risata alle spalle di quell’amico che se la tira andando in giro a dire che fa lo scrittore e che chissà che rivelazioni ha infilato nell’ultimo capolavoro.
e così i sassolini si saranno soltanto spostati dalle scarpe del pagautore a quelle della povera redazione che se lo deve sciroppare.
lui e i suoi sassolini.
perché tornerà più spesso, adesso che si sente il vendicatore mascherato della sua vita passata.

ma stranamente in questa storia pagautoriale c’è un happy end.
la tara latente di solito rientra e lui ridiventa lo scritteuro di prima.
continuerà a inviare i suoi vanoscritti e a traspirare cattiva scrittura, ma lo sguardo stralunato di quel giorno vi sarà risparmiato.

e voi restate in attesa del prossimo.
perché quando si parla si scrittori seriali, ce n’è sempre un prossimo che arriverà.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Lo scrittore seriale coi sassolini nella scarpa su editor in maniototo.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: