Polillo e una cosa mica tanto ovvia

luglio 18, 2012 § 1 Commento

scusate ma questa merita di essere scritta al volo.
antonio prudenzano fa un articolo su affaritaliani.it sulla precarietà nel mondo del lavoro editoriale.
lo fa parlando dell’indagine sull’editoria invisibile attualmente in corso e che intende dare una dimensione numerica alle disgrazie dei redattori, denunciandole.
a corollario prudenzano fa una domanda a marco polillo, per sentire insomma cosa ne pensa pure lui, che si potrebbe pure considerarlo come parte interessata all’argomento dato che è il presidente dell’associazione italiana editori.

piccola parentesi:

il prezzo da pagare per la notizia è fare la solita pubblicità a una conferenzina che l’aie propone soltanto ai suoi associati, ovviamente a pagamento (i 90 euro chiesti sono classificati però come innocente “rimborso spese”, ma allora bisognava mostrarne i costi e poi dividere per i partecipanti) per raccontargli come la riforma fornero muterà i giochi contrattuali anche per loro.

amplio parentesi, e attingo al sito dell’aie:

Tra i suoi obiettivi l’aie “si prefigge di rappresentare e tutelare gli editori, di favorirne la crescita professionale, rimuovere gli ostacoli allo sviluppo di un moderno mercato editoriale, di contrastare i fenomeni di illegalità e mancato rispetto del diritto d’autore”.

terza parentesi:

che strano che l’aie non faccia nulla per promuovere l’indagine sull’editoria invisibile, che strano…

vai che chiudiamo le parentesi e torniamo a polillo, ecco cosa stringatamente dichiara bontà sua a prudenzano sul tema della precarietà che regna sovrana nel settore editoriale:

“questo è un tema che riguarda i comportamenti e le modalità di svolgimento del lavoro attuate dai singoli editori su cui l’aie non può, ovviamente, intervenire”

eppure qualcuno, quelli di rerepre, già l’avevano invitato a sensibilizzarsi, immagino senza ricevere alcuna risposta.

polillo pensa di dover semplicemente fornire ai propri associati “gli strumenti interpretativi”:
ma per farsene cosa, ovviamente, non gli interessa.

Tag:

§ Una risposta a Polillo e una cosa mica tanto ovvia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Polillo e una cosa mica tanto ovvia su editor in maniototo.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: