Sogno Edizioni (ovvero: chi dorme non piglia libri)

gennaio 8, 2013 § 11 commenti

sono conscio di avervi fatto cominciare l’anno così come lo avevate finito, preda dei più smodati stati di allucinazione editoriale.
ma questo passa il convento, come si dice.

portate pazienza che prima o poi tiriamo il fiato.
qualcosa mi inventerò.

ma prima beccatevi questo, così a bruciapelo:

sogno o son gatto

cosa c’entra un gatto morto?, direte.
non lo so, compare sul loro header, nel sito della casa editrice.
controllate pure, cliccando qui.

ma il bello dei sogni è che può succedere di tutto, no? ed ecco allora che la sogno editore mette in mostra le sue collane che hanno dei nomi che nemmeno in fase rem vi verrebbero in mente:

Un urlo nella notte (Genere: giallo, thriller, noir)
Sulle ali del drago (Genere: fantasy)
La fredda mano (Genere: gothic, horror)
Vivide emozioni (Genere: rosa)
A cavallo dei secoli (Genere: storico)
Parole libere (Genere: narrativa)
Un tuffo nell’anima (Genere: poesia)

poi veniamo alla loro autopresentazione, piatto sempre forte che qui è condito da un piccolo giallo.
me l’ero copincollato pochi giorni fa, il testo che compariva sul loro sito web, e iniziava con questa frase lapidaria e incoraggiante:

Siamo una casa editrice nata nel 2009 che pubblica narrativa di vario genere senza chiedere contributo agli autori.

poi proseguiva dicendo: “sogno edizioni: un nome, un programma” eccetera.
delle due l’una: il copincolla ci ha messo del suo creativamente oppure questa bella frase se la sono rimangiata.
chiedo alle edizioni sogno, se gli va, di chiarire il mistero.

in ogni caso, ecco il testo come compare oggi, adesso.
ho grassettato le parti che ne fanno un’allucinazione editoriale coi controfiocchi.

“Chi siamo

Sogno Edizioni: un nome, un programma.
In un’epoca dove la tecnologia e le grandi aziende con i personaggi famosi la fanno da padrona, noi, nel nostro piccolo, vogliamo realizzare i SOGNI.
Meritocrazia, ecco il termine che fa da perno alla nostra struttura.
Vogliamo tornare indietro, a quando il singolo individuo aveva ancora importanza e a quando anche le piccole cose e i piccoli gesti venivano enfatizzati e resi unici.Prenderemo un uomo (donna ^__^) con delle capacità narrative e lo renderemo, grazie al lavoro di squadra, uno scrittore.
Ci dedicheremo a questo autore meritevole e lo accompagneremo in quello che sarà un percorso duro e astioso, fatto di sconfitte e di sudati successi, perché la Sogno Edizioni non vuole solo pubblicare un libro, vuole far conoscere il Libro.
Penserete che sia un progetto ambizioso e impossibile da realizzare, forse, ma se lavoreremo insieme potremo, perché come diceva il grande saggio:
L’unione fa la forza e la forza è dell’uomo.

nello spazio del sito dedicato all’invio dei manoscritti, la sogno edizioni specifica comunque la sua natura non eap.
sempre mantenendo uno stile distintivo.

PUBBLICAZIONE SENZA CONTRIBUTO
Decisi più che mai a seguire l’autore nel difficile percorso che l’editoria impone, la nostra linea editoriale ci costringe a scegliere accuratamente i libri da rendere visibili al mondo, riducendo purtroppo il numero di pubblicazioni annuali.

per ultimo andiamo a dare un’occhiata ai servizi editoriali che la sogno offre e la cui presentazione si conclude così:

I servizi saranno utili per chiunque voglia una lavoro professionale per la propria opera, di qualsiasi genere essa sia.

mitici, no?
Annunci

Tag:,

§ 11 risposte a Sogno Edizioni (ovvero: chi dorme non piglia libri)

  • carolinacutolo ha detto:

    La frase precedente a quella riportata qui da Maiototo per ultima è la seguente:
    “Ogni opera riceverà un preventivo calcolato in base alle esigenze dell’autore”.
    Fa un po’ ridere negare di essere EAP e poi chiedere soldi per i servizi editoriali che un editore degno di questo nome dovrebbe fornire a sue spese.
    Questo malcostume è arrivato al punto che un amico editore NO-EAP mi ha detto che gli arrivano continuamente manoscritti in cui l’autore gli chiede esplicitamente di fornirgli UN PREVENTIVO.
    Rendiamoci conto.
    Carolina Cutolo

    • editorinmaniototo ha detto:

      Potrei sbagliarmi, ma avevo inteso che la frase che citi fosse riferita a un proporsi come service editoriale al di fuori della loro attività editoriale. Vedo che Sogno non interviene a chiarire. Si saranno mica addormentati sugli allori? (questa è una battutaccia, lo so)

  • Stefano Bossotto ha detto:

    Eccoci con la precisazione, i servizi editoriali che forniamo agli autori dei libri che pubblichiamo sono totalmente gratuiti e a nostre spese, quindi non chiediamo assolutamente soldi per le opere che pubblichiamo e di questo possono parlare tranquillamente i nostri autori. I libri da noi pubblicati sono invrestimentio che noi facciamo con i nostri soldi, senza interventi esterni. I servizi editoriali al di fuori della pubblicazione ovviamente sono a pagamento, se arriva un autore e ci chiede di fargli un editing e poi presenta l’opera editata ad altre case editrici e ovvio che i nostri editor non possono farlo gratis. Quindi i serivizi editoriali a pagamento sono al di fuori della normale valutazione che svolgiamo con le opere che ci giungono. Quindi scusate, ma prima di esprimere sentenze negative su qualcuno, informatevi e chiedete ai diretti interessati.

  • Stefano Bossotto ha detto:

    La risposta è arrivata un po’ in ritardo causa una montagna di impegni, fra organizzazione presentazioni, maree di libri che arrivano in valutazione, la libreria, promozione in giro dei libri pubblicati, quindi ogni tanto qualcosa ci sfugge. Scusate se il tono finale forse era un po’ polemico, ma con tutti quello che investiamo fra soldi e tempo ci dispiace essere accomunati all’eap, visto che abbiamo aperto nel 2009 appunto per fornire qualcosa di completamente diverso, e come noi tante piccole realtà in Italia che cercano con il duro lavoro di ritagliarsi un piccolo spazio all’interno di un’editoria che è sempre più schiacciante. 🙂

    p.s. il micino è vivo ancora adesso, era solo addormentato

  • Anonimo ha detto:

    Buongiorno, per inviare un manoscritto l’indirizzo è manoscritti@sognoedizioni.it o manoscritti@sognoedizioni.com?
    Lunga vita al miciotto.
    Grazie.
    Marinella Boccadamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Sogno Edizioni (ovvero: chi dorme non piglia libri) su editor in maniototo.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: