Solo 100 libri

giugno 18, 2015 § Lascia un commento

dopo avere promesso mendacemente mari e monti, appena il pagautore alza la testa facendo notare tutte le falle della distribuzione, appena si accorge che l’ufficio stampa se ne sbatte le palle degli occhi di lui, e pretende che la casa editrice agisca, la risposta tonante dell’editeuro è:

“non gli abbiamo venduto la casa editrice, solo 100 libri!”

Annunci

G.A.S. pagautori

luglio 14, 2014 § 13 commenti

audite audite audite:
il maniototo non lascia bensì raddoppia, con un progetto ambizioso e faraonico che nessuno si cagherà di pezza.

è un portale parallelo, finalmente utile perché tratta di vil denaro.

vi spiego il punto di partenza, prima di ammollarvi il nuovo link:
dato che avete tutti la coccia troppo dura, alludo a editeuri e pagautori, e che nulla vi dissuade o vi salva, ma soprattutto non salva i poveri redattori e i poveri lettori che ne sono vittime, allora proviamo un’altra strada: fare soldi alle vostre spalle.

per fare questo ho dovuto scegliere chi favorire, e ho optato per i pagautori (dopo avere provato a ridar loro perlomeno la dignità con un outing) proponendomi di aiutarli sul piano finanziario. « Leggi il seguito di questo articolo »

La più grande perversione di un editore a pagamento

giugno 25, 2014 § 1 Commento

questa non la sapete.
e forse non riuscirete nemmeno a capirla fino in fondo…
perché un editeuro per primo non ne è lucidamente cosciente.

a me, anni di torva osservazione ravvicinata mi hanno permesso di penetrare il più celato segreto.
quello protetto dall’inflessibile inconscio.

tra poco conoscerete anche voi qual è la perversione più grande, il piacere più osceno, il godimento più subdolo e raffinato che un editeuro riesce a provare.

curiosi eh?
prima però giochiamo che dovete indovinare.

ha alzato la mano quello laggiù in fondo, prego.
come?
no, non è la rovina dei propri autori, il loro fallimento, a farli godere oscenamente.
tuttavia l’ ipotesi non è così peregrina. « Leggi il seguito di questo articolo »

Per un’EAP di Stato

aprile 1, 2014 § 11 commenti

l’unico vero grande difetto dell’eap è quello di far pagare troppo poco le sue vittime.

ma partiamo dall’inizio, se no mi ti vi spaesate.

presente il tabacco?
l’espressione monopolio di stato vi suona?
serve a ragranellare da un prodotto che fa male tutti i balzelli possibili.

sul serio non vi ricorda l’editoria a pagamento?

solo che c’è un problema.
ormai è diventata economica e alla portata di tutti.
e questo ha creato un esercito di pagautori proletari.
« Leggi il seguito di questo articolo »

Parola di libraio

marzo 28, 2014 § 6 commenti

il vostro viaggio al termine della notte delle velleità letterarie umane si arricchisce di una casistica particolarmente odiosa.
griderete al tradimento e alla spregevolezza.
forse all’affronto definitivo, ultimo, perfetto.

e farete bene.

aprite le orecchie e sorbite fino in fondo dal calice avvelenato: anche i librai ricorrono all’EAP per appagare la loro fuffosa brama da romanzieri.
anche loro sfilano in processione ossequienti davanti agli editeuri, divenendo parte della pantomima che li vorrebbe scrittori.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Leggere:tutti a 2 euro (cioè becchi e bastonati)

dicembre 28, 2012 § 1 Commento

per puro caso stavo oggi maneggiando l’ultima copia di leggere:tutti, quella rivista che da un po’ d’anni ha invaso le librerie.
non so se lo sapete, ora pretenderebbero nientemeno che farla pagare.
e addirittura 2 euro.
beati a voi, verrebbe da dire…

ho indugiato a sfogliarla proprio per capire come potessero ardire di passare dalla gratuità ai 2 euro, trattandosi in definitiva di una rivistucola del tutto inutile.
una di quelle cose che giusto perché non si paga la prendi in mano e la sfogli, senza aspettarti nulla e senza darle troppo retta.

ora però è diverso.
ora i due euro esborsati dovrebbero implicare una lucida scelta nel lettore/acquirente.
per cui facciamole un po’ le pulci va’, che sotto le feste è un’operazione defatigante. « Leggi il seguito di questo articolo »

Pagautori e insegnanti, ovvero come antipromuovere la lettura

dicembre 19, 2012 § 12 commenti

gli insegnanti son quelli che dovrebbero aiutarci ad amare la lettura, no?
non mi sembra eretico sostenerlo.

giusto?

e allora me la canto, così spazziamo via qualche altra candida illusione.
sappiate che in giro ci sono tantissimi pagautori che nella vita fanno gli insegnanti.
scuola elementare, media, superiore, università.
di ogni grado e livello, come suol dirsi.

ho visto passare tutta la sfilza.
la loro missione?
uccidere la letteratura e la voglia di leggere degli studenti. « Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria pagautori su editor in maniototo.