Piccoli scrittori maledetti crescono

settembre 28, 2012 § Lascia un commento

mi conoscete solo di vista
invece io lo so chi siete.

vi osservo mentre inquieti
sgomitate per essere notati.

anni da pulcini spauriti
che avete passato a rodervi

vi sono serviti a farvi furbi
a cambiare strategia:

diventando voi stessi editori,
organizzando salotti letterari

in cui essere gli ospiti d’onore
insieme ai vostri reietti sodali. « Leggi il seguito di questo articolo »

I sommersi e i saldati, ovvero il festival dell’inedito (pagautore), ovvero non leggete i tweet al conducente

marzo 31, 2012 § 6 commenti

madonna, ma vi immaginate cosa aspetta i giurati?

il pezzo doveva essere tutto qui, poi ho deciso di esagerare come esagerano loro.
ci metto anche refusi grosolani, come nel loro regolamento.
o cose che sembra che siano spiegate ma poi a guardarle bene chissà.
comincio esagerando davvero, do al post un secondo titolo alternativo, scegliete voi:

“2012: l’anno del contatto (diretto con i nuovi talenti italiani)”
(l’espressione in grassetto purtropppo non è mia, la trovate qui.) « Leggi il seguito di questo articolo »

Pietro Citati: un colpo sopra o sotto la cintura?

marzo 14, 2012 § Lascia un commento

«La lotta delle generazioni non esclude colpi» ammoniva Bianciardi nel manualetto Come si diventa un intellettuale. E Pietro Citati dimostra di saperlo benissimo colpendo dritto sotto la cintura la nuova generazione di “intellettuali” (volendo identificarli con gli scrittori, sovrapposizione almeno in parte inevitabile) dalle pagine del Corriere della Sera. Ma, un momento, siamo sicuri che Citati abbia colpito sotto la cintura? Parrebbe di sì, a vedere le reazioni. Perché a un buon colpo regolare si risponde, anche con veemenza, perfino con smodata foga (attenti, non conviene mai scomporsi) ma solo di fronte ai colpi irregolari ci si indigna, si strepita e si invoca la squalifica. E questo è successo: gli scrittori di successo (eh sì, sono tra i maggiori indiziati) e gli “intellettuali” (giovani e meno giovani) vorrebbero la squalifica di Citati. Per senilità, per pedanteria, per accademismo, perfino per qualunquismo. Forse però è meglio rivedere tutto alla moviola, prima di procedere, perché è accaduto con tale velocità che una messa a fuoco migliore può essere utile. « Leggi il seguito di questo articolo »

La nuova sindrome di Stoccolma, o sindrome di Salander

febbraio 17, 2012 § 3 commenti

dimenticatevi le vecchie teorie.
non li ha rapiti nessuno, questi qui, eppure se la sono presa e non minacciano di guarirne.
loro sono i lettori della trilogia Millennium.
e lei è la nuova sindrome di stoccolma, o sindrome di salander.

parliamo un attimo di lisbeth.
una come lei in metropolitana diventerebbe la vostra televisione.
o distogliereste subito lo sguardo.
e se salissero amici suoi, cerchereste subito  la complicità degli altri passeggeri “normali”.

quando quelle come lei fanno crocchia per strada vi sembra di passare accanto a una tribù di alieni.
e allargate il giro per paura che vi chiedano una moneta.
e se vostro figlio fosse così lo rinneghereste o bastonereste a dovere, vi affrettate a dire nelle discussioni del dopocena. « Leggi il seguito di questo articolo »

Il vanoscritto da grande schermo

luglio 8, 2011 § Lascia un commento

questi traspiranti scrittori sono un fuoco d’artificio.
una miniera di piccole arguzie.
ne trovano sempre una per provare a convincerti a investire su di loro.

ne abbiamo già visto varie tipologie, qui nel maniototo, ma lasciavamo indietro un vero classico:
il traspirante scrittore dal cui libro (ancora inedito, ovviamente) “stanno girando un film”, che non di rado è un colossal americano che sarà “interpretato da star di hollywood”.

cosa conta scoprire che non esiste alcuna trasposizione inglese, nemmeno della sinossi?
è la magia del cinema, no?

e come non resistere a tale richiamo?
anzi, di più, come non hanno resistito i grandi roeditori (editori che rosicchiano tutta la fetta del mercato librario disponibile)? « Leggi il seguito di questo articolo »

Scrivere da sempre

giugno 23, 2011 § Lascia un commento

non c’è niente da fare, a volerli notare i sintomi ci sono sempre.
abbiamo già parlato dello scrittore emergente.

ora è necessario avvicinarsi a un’altra geniale formula che i traspiranti scrittori usano a man bassa quando inviano un vanoscritto a una casa editrice: « Leggi il seguito di questo articolo »

L’ideatore di besteseller internazionali

giugno 15, 2011 § 1 Commento

vorrei sottoporvi un classico.
il creatore seriale di bestseller internazionali.
capita a fagiuolo un canoscritto che un’agenzia letteraria ci ha inoltrato pochi giorni fa.
recava all’interno la seguente autopresentazione dell’autore all’agenzia: « Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria scrittori emergenti su editor in maniototo.