LibrInnovando: lacrime e coccodrilli per gli editori

aprile 30, 2012 § 2 commenti

avete fatto male a venirci, a librinnovando.
dico agli editori.
ve ne stavate a casa, magari un giretto al parco che c’era il sole una volta tanto (adesso già non c’è più, per dire), inventavate una nuova collana tirando due calci al pallone con gli amici di sempre e la sera eravate belli pronti per una birretta coi piedi sul tavolino.
bello, no?
no, invece dovevate prendervi la briga di guidare fino a tor vergata, che già il nome faceva presagire che non era il caso.

la giornata di interventi si è rivelata una vera e propria escalation che avrebbe minato la tranquillità di un editore pur tetragono.
pian piano abbiamo capito che:

uno
la scuola digitale è per gli editori una discreta rottura di balle.
loro preferivano vivere di conserva, far soldi col cartaceo che funzionava benissimo.
mò il ministero che si intromette a fare?
i ragazzi ormai ci avevano fatto la schiena a quegli zaini, che tra parentesi un po’ di esercizio fisico la mattina fa solo bene.
una nuova edizione all’anno e via, che anche gli alberi han bisogno di essere valorizzati, ormai a stare piantati là nei boschi s’annoiano.
che altro c’è? gli ebook multimediali perfino? sarete mica matti no? chi ci capisce niente di quella roba?

due
la biblioteca digitale si sta rivelando per gli editori sostanzialmente una rottura di balle.
non bastava essere obbligati a fare gli ebook, adesso li devono pure dare alle biblioteche che poi li presta alla gente.
ma son meccanismi strani, non ci si capisce niente!
e mentre uno si prende il giusto tempo per pensarci sopra cosa succede?
che le biblioteche i libri se li vogliono digitalizzare da sole.
oddio, se è un incubo svegliateli, poveri editori.

tre
stabilire il prezzo degli ebook è per gli editori una rottura di balle crescente.
se è troppo alto non glieli comprano.
se è troppo basso si rovinano da soli la piazza oppure arriva quella cagacazzi dell’antitrust.
e insomma!
sapete che c’è? son talmente tante le seccature che quasi quasi gli editori han deciso che li regalano questi stramaledetti ebook!
tanto, per quel che ci si guadagna!
contenti?

quattro
il selfpublishing.
questa cosa sì che rompe sommamente le balle, agli editori.
intanto li fa cagare sotto che se permettete non è piacevole.
e poi si devono inventare un sacco di balle per far vedere che se aprono una piattaforma di selfpublishing pure loro è per il bene dell’umanità.
ma soprattutto non gliel’ha detto nessuno a quegli scrittori che si diventa ciechi così?

poveri editori.
e tutto questo senza nemmeno il gettone di presenza.
insomma, la prossima volta, anche se vi invitano, dite che avete da fare.
però inventatela bene la scusa, per carità non dite che state lavorando al passaggio al digitale che non ci crede nessuno altrimenti!

Annunci

Tag:, , , ,

§ 2 risposte a LibrInnovando: lacrime e coccodrilli per gli editori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo LibrInnovando: lacrime e coccodrilli per gli editori su editor in maniototo.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: